HOME PROGRAMMA LIFE+ AREA D'INTERVENTO OBIETTIVI MINACCE AZIONI NEWS DOWNLOAD LINK CONTATTI
 
     ARCHIVIO NEWS/APPUNTAMENTI



con l'arrivo della primavera [...]

programma didattico [...]




   AREA D'INTERVENTO

L’area progettuale ricade all’interno di un vasto comprensorio all’interno del Parco Nazionale del Gargano, una delle più estese aree protette nazionali in due siti della Rete Natura 2000:
   1. SIC “Monte Calvo - Piana di Montenero”;
   2. ZPS “Promontorio del Gargano”;
nonché nell’IBA “Promontorio del Gargano”;

La presenza di queste aree di tutela lasciano presagire l’enorme importanza del sito che, per le sue caratteristiche di elevata naturalità, contiene un’elevatissima biodiversità.
L’area si presenta come un altopiano carsico con un’altitudine media di 900 m slm composto con una elevatissima concentrazione di doline, grave, grotte e altre cavità carsiche fra le più imponenti dell’intero Gargano. Il paesaggio risulta particolarmente suggestivo con continue depressioni (doline) in ambienti di praterie substeppiche con una elevata biodiversità e importanti sotto l'aspetto scientifico-naturalistico, alternate a boschetti misti con predominanza di cerro e roverella.

Importanza dell'area per la conservazione
della biodiversità
L’area di progetto è una delle più importanti zone del meridione d’Italia per il Tritone crestato meridionale (Triturus carnifex), il Tritone italico (Triturus italicus), la Raganella italiana (Hyla intermedia) e per alcuni rettili come il Cervone (Elaphe quaturlineata) e la Testuggine comune (Testudo hermanni).
In particolare l’area progettuale rappresenta un sito chiave, a livello europeo e mondiale, per la presenza e la conservazione del Tritone crestato meridionale (Triturus carnifex) e del Tritone italico (Triturus italicus).
Inoltre, per le sue caratteristiche morfologiche, la presenza di numerose cavità naturali e di numerosi ruderi di manufatti rurali, rappresenta uno dei siti di maggiore idoneità per la maggioranza delle specie di chirotteri presenti nel comprensorio del Gargano e quindi un sito chiave nazionale per la loro conservazione, di cui è stata accertata la presenza delle seguenti specie:
• Vespertilio maggiore (Myotis myotis),
• Vespertilio minore (Myotis blythii),
• Vespertilio di Capaccini (Myotis capaccinii),
• Miniottero (Miniopterus schreibersii),
• Rinolofo mediterraneo (Rhinolophus euryale),
• Rinolofo minore (Rhinolophus hipposideros),
• Rinolofo maggiore (Rhinolophus ferrumequinum),
• Serotino comune (Eptesicus serotinus),
• Pipistrello albolimbato (Pipistrellus kuhlii),
• Nottola comune (Nyctalus noctula),
• Pipistrello di Savi (Hypsugo savii),
• Molosso di Cestoni (Tadarida kenioti).


» File allegati
nome: cartina
nome: inquadramento regionale
     LE AZIONI

A.1 C.4 D.6
A.2 C.5 D.7
A.3 D.1 D.8
A.4 D.2 E.1
C.1 D.3 E.2
C.2 D.4 E.3
C.3 D.5 E.4
ENTI BENEFICIARI
E COFINANZIATORI

ENTI CHE APPOGGIANO
IL PROGETTO
- Ministero dell'Ambiente e tutela del Territorio e del Mare
- Direzione per la Protezione della Natura
- Regione Puglia
Assessorato all'Ecologia



CHIROTTERI   |    ANFIBI   |    RETTILI   |    NUOVE SPECIE CHIROTTERI

  ASS. CENTRO STUDI NATURALISTICI - ONLUS
C.F.: 94035230716 - P.IVA: 03702310719
DESIGN BY SINKRONIA
FOTOGRAFIE M.CALDARELLA - M.MUCEDDA
MAURIZIO MARRESE, PAMELA PRIORI